Study of two girls.....

Study of two girls.....
Francois Boucher

martedì 12 aprile 2011

LA GROTTA DEL LIBRO: MEMORIE ITALIANE DI TUNISIA, MEMOIRES ITALIENNES ...

Lo stretto braccio di mare che,insieme, divide e unisce le sponde meridionali dell’Europa e i paesi del Maghreb, da sempre è stato attraversato da una moltitudine in cerca di condizioni di vita migliori
.Sorprende non pochi, però, apprendere che c’è stata un’epoca nella quale,ad affrontare gl i appena centoquaranta chilometri che separano laSicilia dalla Tunisia, erano gli italiani,spesso in fuga da malattie emiseria. Non fu solo, dunque, la“Merica” ad accogliere, alla fine dell’Ottocento,le moltitudini dolenti, ma anche l’Egitto, il Marocco, l’Algeriae, soprattutto, la Tunisia. Da un censimento degli italiani all’estero effettuato nel 1924, risulta che in Tunisia risiedevano ben 91 mila italianie che altri 94 mila vivevano tra l’Egitto, il Marocco e l’Algeria; e si trattava, per lo più, di un’immigrazione proletaria, risalente a un’epoca anteriore all’occupazione francese del maggio 1881.

Da un articolo di Antonella Scandone " L'emigrazione italiana in Tunisia"  /www.storiamediterranea
 

 LA GROTTA DEL LIBRO: MEMORIE ITALIANE DI TUNISIA, MEMOIRES ITALIENNES ...: " Spett.le Redazione de Il Corriere di Tunisi Solo qualche giorno fa, per puro caso, ho comprato su una bancarella di fortuna un gr..."







Copertina di quaderno in uso nelle scuole italiane di Tunisia negli anni Trenta.


L’origine della presenza italiana in Tunisia si può far risalire al X secolo e si sviluppò costantemente durante i secoli, ma è soltanto a partire dal XVIII secolo che l’ondata di immigrati ebrei livornesi andò ad incrementare sensibilmente tale presenza. Nel corso del XIX secolo, dopo la fine della guerra in corso e lo stabilizzarsi delle relazioni tra gli Stati italiani e la Tunisia, il numero e il peso socio-economico degli italiani in Tunisia aumentò costantemente, in seguito a nuove componenti migratorie, che si vennero aggiungendo ai preesistenti nuclei rendendo la collettività dei diversi stati italiani la più rilevante del Paese, sul piano demografico e su quello sociale.
I luoghi di principale insediamento erano le città costiere e in modo particolare Tunisi,dove costituivano il gruppo più consistente della popolazione europea.

estratto da http://www.siciliainternazionale.it/files/documenti/banche_dati/dossier_informativi/tunisia/italiani_in_tunisia.pdf     

Nessun commento :

Posta un commento